Sabato, 15 Settembre 2018 10:53

Percorso Triennale - Teatro 1° anno

Il percorso Triennale di Beat è simile all’unione di Training e Messa in Scena.
Analogamente vengono svolti esercizi e giochi indirizzati a conoscere gli strumenti teatrali della recitazione e fare esperienza di crescita consapevole di , andando poi a portarli su un palcoscenico.

La differenza è nella struttura.

Nel percorso Triennale è il percorso stesso ad accompagnare gli allievi nei tre livelli di esperienza proposti nella pedagogia teatrale di Beat e verso il palco e il pubblico.

Il primo anno si gioca nella riscoperta della propria incoscienza e spontaneità. Non è previsto uno spettacolo a fine anno, al massimo una lezione aperta. Si esplorano le proprie potenzialità creative fisiche e vocali e vi possono essere dei seminari integrativi in alcuni fine settimana.

Il secondo anno, si riprende il gioco di scoperta e si inizia ad esplorare uno o più testi fino ad arrivare al vero lavoro di messa in scena. Gli allievi attori sono guidati per scoprire qual è il loro ruolo e il loro lavoro creativo nella preparazione delle scene.

Il terzo anno, il gioco continua allenandosi alla scoperta verso un vero e proprio spettacolo in cui gli allievi attori sono responsabilizzati per usare gli strumenti acquisiti durante il secondo anno e creare le loro scene all’interno dello spettacolo che seguirà la regia dell’insegnante.

In questo anno accademico 2018/19 viene attivato il primo anno.

Pubblicato in Recitazione
Sabato, 08 Settembre 2018 23:58

Teatro Recitazione - LifeActing

Corso di Teatro LifeActing

Aperto a tutti – Indirizzato a Manager, Genitori, Studenti, a chi non si accontenta e a chi vuole creare un cambio nella propria vita.

 

Il teatro è conoscenza, di sé, della vita e della scena.

K. Stanislavskij indicava ai suoi attori di lavorare bene nel proprio quotidiano per poter essere bravi attori nella scena.

 

Imparare a recitare è un ottimo esercizio per ritrovare la propria onestà, perché paradossalmente, in teatro, per essere credibili attraverso la finzione è necessario essere onesti nel proprio lavoro interno. Questa onestà e ricerca di sé, risuona inevitabilmente nel proprio quotidiano iniziando ad ampliare i propri punti di vista, a non accontentarsi e ricercare maggior cura in ogni piccola azione, vedendo oltre agli occhi della persona che ci sta parlando, a trovare un focus migliore e un’attenzione più profonda, a scoprire le leggi dell’azione lasciando andare quelle delle parole che ci rallentano, e così via.

 

Allenarsi al teatro è un ottimo esercizio per migliorare la propria carriera, o cambiarlamigliorare come esseri umani e quindi come genitori, migliorare la concentrazione per lo studio, migliorare a conoscere e riconoscere le persone, migliorare l’ascolto, i silenzi, l’uso delle parole.

 

Obiettivo: assimilare il linguaggio teatrale, esplorarlo nel proprio quotidiano, per crescere e migliorare un lato della propria vita o carriera nell'ascolto, comunicazione, relazione, coraggio, ecc.

Pubblicato in Recitazione
Martedì, 08 Marzo 2016 13:21

Seminario "Percorsi Creativi"

Beat presenta con piacere
un seminario a cura di Giovanni Delfino - Teatri del Vento


PERCORSICREATIVI
condotto da Giovanni Delfino

[Immagine Seminario Giovanni Delfino]

Domenica 10 aprile 2016
dalle 10.00 alle 17.00
(con un'ora di pausa pranzo)

Percorsi Creativi” è un contesto laboratoriale dove individuare ed utilizzare dei concreti strumenti di pratica teatrale funzionali al lavoro dell'attore in una dimensione collettiva ed individuale e vivere al tempo stesso l'essere e l'agire creativo come principale ambito di espressione e condivisione umana.

Lavorando con il corpo e con la voce, nella relazione tra spontaneità e consapevolezza , tra microcosmo organico e urgenza comunicativa, tra essere ed agire vengono definiti i parametri ed i principi fondamentali in cui l'uomo-attore vive il quesito, l'intuito e la difficoltà come risorse per la crescita e l'elaborazione.

Una riflessione concreta sulla creatività come attitudine alla cura ed all'attenzione, uno sguardo all'attore come ad un essere privilegiato e responsabile in grado di vivere, agire e reagire in un processo di dialogo e di rinascita continua.

 

L'iniziativa è aperta a chiunque sia motivato.

È richiesto un frammento testuale a memoria di qualsiasi autore o genere.


Numero massimo di partecipanti 15.
L'iscrizione è obbligatoria e valida a pagamento avvenuto.

Il seminario è riservato ai soci di Beat. Se ti interessa approfittane e associati, è semplice!

Info e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 02 8965.2400

 

Giovanni Delfino sarà ospite nella stagione inSCENA con lo spettacolo "Dinosauri".
Sabato 9 aprile alle ore 19.45. Vedi la presentazione dello spettacolo per saperne di più.

Pubblicato in Teatro e Teatro-Danza
Martedì, 08 Marzo 2016 10:40

inSCENA: Dinosauri con Giovanni Delfino

BEAT presenta con piacere
una produzione Teatri del Vento, Institutet för Scenkonst e Festival di Lunatica 2011

Dinosauri[inSCENA - Immagine - Dinosauri]

Sabato 9 aprile 2016
ore 19.45

spettacolo teatrale ispirato a
Francesco d'Assisi e Vladimir Majakovskij

con Giovanni Delfino (Teatri del Vento)
regia di Roger Rolin (Institutet för Scenkonst)

 Testi di Vladimir Majakovskij e Giovanni Delfino
Musiche originali di Giovanni Delfino e Roger Rolin


Tra fatti reali, favola e poesia un santo, un poeta e l'attore con fisarmonica
vivono uno spazio dove l'urgenza umana trascende il canone.

Una preghiera sincera ed una denuncia del cuore.

"Dinosauri è un’opera di carattere poetico, non si sviluppa seguendo una trama lineare ma segue la logica della poesia che agisce sul piano evocativo ed emotivo della comprensione invitando lo spettatore a leggere lo spettacolo in relazione della propria esperienza. Lo spettacolo è una preghiera, una denuncia ed un appello a difendere i valori umani, a difendere il diritto alla spiritualità propria dell’uomo. Un appello per il quale abbiamo preso in prestito le voci di Francesco d’Assisi e Vladimir Majakovskij, così sorprendentemente consone, malgrado la distanza di secoli, di culture e di situazioni politiche che le separano. Il fondamento su cui poggia la nostra società moderna, il mercato, non è al servizio dell’uomo ma è l’uomo che serve al mercato. La spiritualità umana è oggi una qualità emarginata, una società che non si basa sulla crescita dell’uomo ma sulla speculazione e sulla trivializzazione sempre più feroce della vita quotidiana, porta ad un disorientamento e ad uno squilibrio pericoloso che crea il clima ideale per svariati fondamentalismi ed estremismi politici e religiosi. Essi rispecchiano purtroppo che qualcosa è andato nella direzione sbagliata e che stiamo per perdere il nostro senso d’orientamento. Lo spettacolo, che ispirandosi alle due voci del passato fa luce sull’importanza di difendere e di riconquistare i valori fondamentali per l’essere umano, è il nostro contributo poetico al fatto che la storia non si ripete, e non è un passato ma è sempre presente."

--- Roger Rolin

 

A seguire lo spettacolo ci sarà una cena a buffet, informale, per rimanere nell'atmosfera poetica e poter condividere l'esperienza senza dover tornare subito nella frenesia quotidiana.

QUOTE di PARTECIPAZIONE

€ 24 (spettacolo, cena e quota di iscrizione a Beat)
€ 18 (spettacolo e quota di iscrizione a Beat)

COME PARTECIPARE

La serata è riservata ai soci di Beat e associarsi è semplice si tratta di compilare la richiesta di iscrizione che ti verrà fornita, nulla più!
Per il buon esito della serata vi è un numero massimo di partecipanti e l'iscrizione è obbligatoria.

Info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 02 8965.2400

 

Giovanni Delfino condurrà un seminario domenica 10 aprile.
Per chi è interessato al suo lavoro poetico, fisico e vocale può leggerne di più sulla pagina del seminario "Percorsi Creativi".

Pubblicato in inSCENA

"Ogni forma di comunicazione
è un'interpretazione tra mondi privati"
                           --- George Steiner


Il percorso è rivolto a chi desidera migliorare la propria comunicazione orale: per lavoro, teatro, studionecessità o conoscenza personale.

Una buona comunicazione è rilassata, ben respirata, scandita, articolata, esposta con ritmo, intenzione e un'emotività e presenza fisica adeguate. Per questo gli incontri inizieranno dalla respirazione e dal riconoscere le tensioni, si studieranno gli accenti della lingua italiana evidenziando eventuali cadenze e monotonie del parlato. Verranno svolti esercizi di scansione, articolazione, tono e volume, tempo e ritmo per arrivare a precisare quella che è la comunicazione fisica e verbale.

Cureremo anche un altro aspetto, non meno importante, quello delle intenzioni e del pensiero e toccheremo una sfera importante nella comunicazione: l'autostima.

Nel percorso verranno preparati dei brani da leggere pubblicamente nella serata finale.


Attestato di Frequenza per chi completa il percorso.

CALENDARIO 2018 (il calendario per il nuovo anno accademico è in preparazione)

  1. Domenica 25 marzo - dalle 10.00 alle 17.00 (1h di pausa pranzo)
  2. Domenica 8 aprile - dalle 10.00 alle 17.00 (1h di pausa pranzo)
  3. Domenica 29 aprile - dalle 10.00 alle 17.00 (1h di pausa pranzo)
  4. Domenica 6 maggio - dalle 10.00 alle 17.00 (1h di pausa pranzo)
  5. Sabato 12 maggio - dalle 16.00 alle 20.00 (eslcusa la cena)
  6. Domenica 13 maggio - dalle 10.00 alle 13.00 (escluso il pranzo)

32 ore totali.

 

Una maggiore consapevolezza del proprio strumento vocale e comunicativo,
permette di evidenziare con maggiore chiarezza e profondità quanto si desidera dire.
Inoltre offre la possibilità di ascoltare e comprendere meglio quanto ci viene detto.

 

Maggiori informazioni o iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o 02 8965.2400.

 

Pubblicato in Recitazione
Martedì, 25 Agosto 2015 10:42

Messa in Scena

Senza perdere gli stimoli di scoperta e consapevolezza delle proprie capacità creative, fisiche e vocali, l'allievo prosegue il lavoro di sviluppo del proprio potenziale creativo andando verso una rappresentazione teatrale.
Una maggiore attenzione viene dedicata alla preparazione dello spettacolo di fine anno. Dopo un'accurata analisi drammaturgica storico-culturale del testo o del soggetto del progetto che si metterà in scena, inizieranno le prove teatrali durante le quali l'allievo non dovrà solo pensare alla scena recitata, ma anche ai costumi, agli oggetti, al messaggio, ecc.

Al corso di Messa in Scena può partecipare chi ha frequentato almeno un anno di training a Beat, oppure chi chiede un colloquio e gli viene riconosciuto un linguaggio affine a quello di Beat.

Pubblicato in Recitazione
Lunedì, 24 Agosto 2015 22:11

Teatro Adolescenti

Il Teatro è un mezzo per imparare a comunicare partendo da sé stessi. Il nostro primo interlocutore siamo noi, eppure senza una persona che ci ascolta non ha senso comunicare. Per questo abbiamo bisogno dell'altro e del gruppo.
Imparare a Recitare è un gioco che ci permette di vivere la scena e di portare l'esperienza scenica nella nostra vita, migliorando la nostra autostima, il rapporto con gli altri e il desiderio di portare a termine un obiettivo comune. 

"Teatro significa vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male."
--- Eduardo De Filippo

Il corso di recitazione rivolto a ragazzi e ragazze dai 14 ai 18 anni che desiderano iniziare un percorso personale nella recitazione, nella scena e nella vita per far emergere e sviluppare le capacità espressive e creative già presenti in loro.

Verranno sviluppati training di: ascolto, concentrazione, rilassamento, azione nel momento, comunicazione verbale e fisica, improvvisazione teatrale.
Durante l'anno verranno introdotti elementi sulla costruzione del personaggio.

Per fine anno verrà presentata una lezione aperta spettacolo.

Pubblicato in Recitazione
Lunedì, 24 Agosto 2015 22:07

Teatro Medie

Il corso di Recitazione Teatrale, rivolto ai ragazzi delle scuole medie inferiori, sfrutta le tecniche teatrali per far emergere e sviluppare le loro capacità espressive e creative. Si partirà con esercizi di fiducia per favorire un ambiente adatto al lavoro espressivo. In seguito si esplorerà la recitazione attraverso esercizi di: ascolto, presenza scenica, rapporto col gruppo, training vocale, training fisico, improvvisazione teatrale, creazione del personaggio.

Per fine anno l'insegnante preparerà coi ragazzi un saggio.

Pubblicato in Recitazione
Domenica, 23 Agosto 2015 15:07

Teatro Elementari

Il corso di Teatro Elementari accompagna i bambini verso il mondo della recitazione e dello stare in scena. Attraverso il gioco, i piccoli attori inizieranno ad esplorare lo spazio intorno a loro, il suono della voce, l'uso del corpo e lo stare insieme agli altri. A volte verrà chiesto loro di essere protagonisti, altre spalla, sempre nella libertà di dare forma alle loro potenzialità creative ed espressive.

Per fine anno l'insegnante preparerà coi bambini un saggio aperto a un pubblico di parenti e amici.

Pubblicato in Recitazione
Domenica, 23 Agosto 2015 14:05

L'isola creativa

L'isola creativa è un luogo della fantasia che prende vita nelle sale di Beat. Un primo passo verso la recitazione e non solo. Uno spazio in cui si svolgono laboratori creativi ovvero attività ludiche di apprendimento adatte ai bambini dai 3 ai 5 anni, si esplorano le potenzialità creative dei bambini attraverso il teatro, il movimento, la costruzione di oggetti, i colori, il disegno.

All'inizio della prima lezione verrà fatta una presentazione alle mamme del progetto da parte dell’insegnante e verrà spiegata una lezione tipo ed il percorso che faranno i bambini; mentre l’ultima lezione del corso sarà una lezione aperta dove i bambini metteranno in scena i frutti che hanno coltivato sull'isola!

 

Il percorso è diviso in due parti che possono essere frequentate indipendentemente l'una dall'altra oppure come opportunità di percorso in continuità. Ai bambini di questa fascia d'età insegnare significa "dare il buon esempio" e curare l’ambiente che li accoglie, perché sono nell'età in cui apprendono per "osmosi", apprendono tutto, è sufficiente che si divertano e che si muovano. Questo è alla base del laboratorio: lasciare che i bimbi apprendano dagli stimoli che ricevono da chi conduce. Per questo i due percorso si possono frequentare separatamente oppure unendoli, e in questo caso gli stimoli che il bimbo o la bimba riceverà saranno maggiori e il percorso più profondo.
La divisione del percorso nasce per dare la possibilità ai genitori di non vincolarsi obbligatoriamente per tutto l’anno accademico, perché spesso a questa età tra i 3 e i 5 anni le esigenze sono delle più diverse e in continua mutazione. È bene che i percorsi possano essere più brevi per seguire meglio le esigenze di cambiamento dei bimbi.

È richiesto abbigliamento comodo e calze anti scivolo .

Pubblicato in Recitazione
Pagina 1 di 2
BEAT Scuola d'Arte
02 8965.2400 |  scrivi@beatscuoladarte.it