Corso di TeatroDanza

Vuoi usare il corpo, conoscerlo, allenarlo, ascoltarlo e porlo in mezzo a una scena? Ecco che nasce il TeatroDanza.

Ed ecco, ancora, una disciplina che nell'osservazione del vivere è capace di insegnarci la vita, più del nostro quotidiano. Che poi non è colpa certo del quotidiano, di fatti a motivare la fatica che facciamo per imparare la vita giorno dopo giorno, non è l'assenza di stimoli e suggestioni, anzi, la Vita - grande maestra - ce ne suggerisce sempre infiniti, piuttosto è il nostro essere distratti, da pensieri, doveri, certezze, abitudini...
Così trovare un tempo per sé in cui rivolgere l'attenzione all'allenamento, alla conoscenza, al sentire, messi dentro a un contesto, ci porta a conoscere la scena. Se poi riusciamo a cogliere quel collegamento che dalla scena ci (ri)porta alla Vita, ecco trovata il grande alleato di questo apprendimento.

PERFORMING ACTs

La performance è un atto artistico aperto, vissuto nel momento e creato dal momento. O almeno questo è come la intendo personalmente.
Per questo anno accademico propongo un percorso in cui alleniamo il nostro corpo, la voce fisica, lo spirito, la percezione, la consapevolezza, l’ascolto e la presenza per essere vivi nell’attimo creativo. Scopriremo dei cicli rituali da esplorare e in cui creare man mano un percorso sempre più delineato che a un certo punto avrà bisogno di essere portato in pubblico. Per permettergli di vivere.

Il tema da cui vorrei iniziare l’esplorazione è: “Spontaneità o Reattività?”.

A chi è rivolto?

Il percorso è aperto a tutti.
Soprattutto a chi desidera esplorare la propria natura.

> Il termine TeatroDanza, anzi TanzTheater, nasce con Pina Bauch. Non è proprio il Teatro e la Danza insieme, piuttosto unisce degli elementi di entrambe le discipline. Nell'espressività di Pina Bauch, potete vedere il meraviglioso docufilm di Wim Wenders PINA, il corpo è molto danzato, la scena è molto teatrale, le parole o i suoni sono spesso brevi o ripetute e a supporto della suggesione scenica e meno del racconto razionale.
Poi il TeatroDanza si è evoluto negli anni, prendendo varie espressioni; più o meno danzate e più o meno parlate. Ma in genere porta in scena una fisicità corporea, un'ambientazione e una o più suggestioni.

> Marco Penitenti ha la fortuna di incontrare la compagnia Abbondanza-Bertoni, tra i principali punti di riferimento nel TeatroDanza italiano. Con loro segue alcuni seminari e partecipa in due spettacoli, uno come coro-coreografato da Michele Abbondanza nel Teatro suggestivo di Siracusa e l'altro in compagnia con loro nello spettcolo di Medea.
Da loro apprende il bellissimo lavoro di Neutro Scenico, pulizia del corpo, comunicazione vuota di intenzione e presente in sostanza. Un allenamento adatto sia ad attori che danzatori.
Poi unisce il loro meraviglioso mondo, con le proprie suggestioni teatrali e umane. Unisce il lavoro a qualcosa che si avvicina alla danza contact e porta gli ellievi e allieve nell'esplorazione dei propri corpi, prima di creare coreografie e ambientazioni sceniche. Un gioco di ricerca su di sé.

> Sono varie le ragioni che portano a seguire un percorso di TeatroDanza. La voglia di danzare nella scoperta dei propri movimenti. La voglia di modificare dei pensieri, modificando delle abitudini di movimento. La voglia di migliorare il proprio ascolto e di portare il proprio corpo a sentire e incontrare altre anime in movimento.
"Io personalmente ho iniziato per caso, credo che il mio corpo lo volesse da tanto e quando ho incontrato il primo seminario ho semplice detto Mi iscrivo e poi da lì è diventato un linguaggio naturale.
Ho scoperto emozioni, incontri, suggestioni e comunicazioni senza il bisogno necessario della parola. A volte mi sembra di meditare, mentre mi esprimo." --- Marco

Corso di Teatro-Danza
Performing Acts 18+ anni

Venerdì 20.30-22.30

Prenota la Prossima prova gratuita! contatta BEAT o invia una mail.

Insegnante
Marco Penitenti

Insegnante di Teatro, direttore artistico, papà incantato, allievo per sempre.